Friday, April 20, 2012

Eccomi qui!

Mi chiamo Manuela, ho 36 anni, due figli meravigliosi e un marito dolcissimo, sposato dopo 7 anni di relazione. Non era mia intenzione creare un blog fino a qualche giorno fa, quando capii che tutto quello che mi passava per la testa ogni giorno aveva bisogno di essere espresso in qualche modo e così ho pensato che scrivere poteva essere un ottimo modo d'espressione e al giorno d'oggi, quale miglior modo esiste se non scrivere su un blog? Nessuno, forse un libro, ma non andiamo troppo lontano, per adesso almeno :)
Abito nel nord d'Italia, vicino Bologna, la città delle 3 T, tette, torri e tortellini, ma questa è altra storia; vi chiederete come mai il titolo del blog e allora iniziamo col dire che mio marito è americano, bene, ma non fu lui a darmi il primo dollaro, bensì un ex di mia sorella che 15 anni fa mi regalò un libro horror allegato tra le sue pagine, un dollaro "portafortuna", dicendomi: realizzerai il tuo sogno americano. Premetto che fin da piccola ho sempre viaggiato ad occhi aperti col mio atlante passavo ore ed ore a scrutare Paesi europei e non, sicuramente gli Stati Uniti erano tra i miei preferiti, però, ho avuto anche il periodo in cui amavo il Giappone, la Svezia, la Danimarca, l'Australia, la mia sempre amata Gran Bretagna e così avanti all'infinito, quindi sapevo che non sarei rimasta in Italia per sempre, il mio destino era emigrare verso terre nuove, studiare più lingue è sempre stata la mia passione, ricordo che da piccola cercavo di leggere i libri d'inglese e tedesco di mia sorella.
A 16 anni volevo andare a studiare a Londra, ma i miei genitori mi dissero che ero troppo piccola, mi sentivo soffocare nel mio piccolo mondo, ma dovevo ancora aspettare, non era ancora giunto il mio momento.
Sette anni fa grazie al baseball che mia figlia praticava, conobbi l'uomo della mia vita, Steve, giocatore nella squadra della mia città. Tra noi scattò subito un certo feeling e così iniziammo ad uscire insieme. Bei ricordi e ancora adesso dopo 7 anni posso dire che è tutto bello come i primi tempi, il matrimonio recente ci ha dato una sferzata di nuovo.
L'anno scorso Steve e mio figlio Lorenzo fecero un viaggio negli States e tornando a casa mio figlio disse: gli Americani sono più buoni degli Italiani. Mentre Steve disse: lasciamo l'Italia che va in sfascio e andiamo in America dove nonostante la crisi resta la terra delle opportunità.
Ammetto che io mi ero adagiata all'idea  di passare la mia vita in Italia, non ci pensavo più come una volta di cambiare Paese, ma quando lui mi propose di partire, io non esitai un momento e col sorriso gli risposi: va bene!

2 comments:

b & k said...

Benvenuta nella blogosfera! :) Dove abitate ora? Io sono in Western Massachusetts!

Manuela Battilani Weidner said...

Grazie! Abitiamo ancora in Italia, ma ci stiamo preparando al grande trasloco, speriamo per l'estate di aver tutti i documenti pronti. Comunque andremo a stare nel nord est della Pennsylvania :)